gal5-u2693-fr.jpg
 
 

le nostre radici

La nostra storia inizia con Graziano Santucci, che fondò l'azienda nel 1976, dedicando alle sue vigne l'amore e l'attenzione di chi lavora il vino per autentica passione.

Da questo profondo amore nasce Rio Maggio. Agli inizi si trattava di una piccola azienda, in cui pulsava il cuore della tradizione e delle conoscenze di Graziano. Ma ben presto, questi cominciò a tramandare il proprio sapere a suo figlio, Simone. Accadde così che, alla morte del padre, Simone Santucci, insieme alla moglie Tiziana, prese le redini dell'azienda di famiglia, deciso a valorizzare e metterne a frutto le potenzialità, al fine di far conoscere a tutto il mondo la qualità del vino che nasce da queste colline.

Simone e Tiziana furono tra i primi in queste zone a realizzare seriamente la coltivazione di vigneti specializzati. Infatti, impiantarono le vigne per la produzione di due importanti Doc del territorio marchigiano (tra le province di Ascoli Piceno e Macerata): Rosso Piceno e Falerio dei Colli Ascolani.

Nel corso di quasi 50 anni di vita, l'azienda ha perfezionato la sua fisionomia e si presenta oggi come una delle realtà di punta nel panorama marchigiano. Dal 1997, seguendo il loro istinto e senza tentennamenti, Simone e Tiziana lavorano con entusiasmo al loro sogno: produrre grandi vini e trasformare l’azienda di famiglia in un Brand conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

Questo sogno, oggi, è divenuto realtà.